Il buccellato: dagli antichi Romani alla nostra tavola

buccellatouvetta

Il buccellato lucchese è uno dei dolci più antichi della tradizione gastronomica di questa splendida città.

buccellatouvetta

Il nome stesso deriverebbe dal latino buccella, cioè boccone. Il buccellatum, infatti, era un pane conosciuto già dagli antichi Romani, con le dovute differenze rispetto a quello che gustiamo ai giorni nostri.

buccellatum

Il buccellatum romano era un pane rotondo composto dalle buccellae, una vera e propria corona di panini. Si trattava di un pane biscottato, spesso aromatizzato con anice, finocchio e sesamo. Non a caso, la forma originale del buccellato lucchese è proprio quella a corona, anche se la più diffusa è ormai quella dritta.

buccellato

Quali sono gli ingredienti di questo pane dolce? Uva passa, anice, zucchero e uovo. Niente di più semplice, vero? Eppure, come spesso capita, sono proprio i piatti più semplici a fare breccia e a entrare a buon diritto nella tradizione di una città o di una regione.

anice

Potete trovare il buccellato nelle pasticcerie lucchesi durante tutto l’anno, ma il dolce raggiunge il suo periodo di massima diffusione durante l’Esaltazione della Croce e il Palio della Balestra, manifestazioni che hanno luogo a settembre.

 

 

 

 

Scopri i piatti tipici toscani e la loro storia: