Il Capodanno Pisano

capodanno

Avete sempre festeggiato Capodanno il 1° Gennaio? Se passate per Pisa a fine marzo, potreste scoprire che qui si festeggia anche un altro capodanno, quello pisano!

pisa2

Il Calendario Pisano nasce durante il medioevo, ben prima che in Italia e nel resto d’Europa entrasse in uso il Calendario Gregoriano. I Pisani fecero coincidere l’inizio del nuovo anno con l’Annunciazione, cioè il 25 marzo, anche se questa data è stata identificata per secoli come l’Equinozio di Primavera, che ora cade il 21.

pisa1

Ogni anno, il 25 marzo è un’occasione imperdibile per assistere ai festeggiamenti del Capodanno Pisano, storica manifestazione che coinvolge pisani e non. In varie parti della città sfilano cortei storici che poi convergono in Piazza dei Cavalieri, suggestiva piazza in cui ha sede la Normale.

normale

I figuranti procedono poi verso Piazza dei Miracoli, dove si trova il Duomo. Qui viene celebrata una breve cerimonia religiosa, che deve terminare entro le 12, perché quell’ora segna ufficialmente il nuovo anno, momento in cui la luce del sole entra nel Duomo.

pisa3

Tradizionalmente, i festeggiamenti iniziavano quando la luce del sole entrava da una finestra del Duomo, detta appunta Aurea. In realtà, oggi il sole entra da un’altra finestra, a posta nella navata centrale del Duomo, sul lato Sud. Il sole colpisce una mensola che si trova sul lato opposto, sorretta da un uovo di marmo.

capodanno

I cortei, insieme a musici e sbandieratori, dopo la cerimonia proseguono per riunirsi in Piazza dell’Arcivescovado, ammirati da cittadini e turisti. Perché non approfittare di qualche giorno di ferie a Primavera e fare un salto a Pisa?

banner1

 

 

 

 

Scopri le tradizioni della Toscana: