Kinzica, Pisa e i pirati saraceni

kincia3

Pisa, i pirati saraceni e una ragazza che difese la sua città. Questa è la leggenda di Kinzica de’ Sismondi, che secondo la tradizione avrebbe salvato Pisa dall’assedio dei pirati saraceni guidati dal temibile pirata Mujāhid-al-Āmirī, italianizzato come Musetto.

¥

Si dice che attorno all’anno mille, secondo alcune fonti nel 1004 e secondo altre nel 1015, i pirati saraceni sbarcarono a Reggio Calabria. La flotta pisana, chiamata dal Papa, corse in Calabria per arginare l’attacco dei pirati, lasciando così la propria città priva della sua difesa navale.

bandiera

Mujāhid-al-Āmirī non si lasciò certo sfuggire l’occasione e si precipitò a Pisa per assediarla di notte. Ma proprio nella notte dell’attacco, i sanguinari pirati furono visti da Kinzica, una giovane pisana appartenente dalla nobile famiglia dei Sismondi. La ragazza, riconosciuti i pirati nonostante le tenebre, diede l’allarme e guidò i pisani contro i saraceni.

pisanotte

Grazie al coraggio e all’astuzia di Kinzica, la città di Pisa riuscì a salvarsi dai piratiDi sicuro, i pirati rappresentarono a lungo una minaccia per le coste italiane. Ma cosa c’è di vero nell’episodio dell’assedio e nella figura di Kinzica? Che si tratti di una semplice leggenda o di una ragazza realmente esistita, poco importa. La sua storia è ricca di fascino e ancora oggi, in giro per Pisa, potete trovare alcuni omaggi a Kinzica de’ Sismondi.

In una nicchia del muro di Casa Tizzoni, in Via San Martino, c’è una statua risalente al 3° secolo d.C., rimodellata però nel XII secolo con le sembianze di Kinzica. Anche se, con ogni probabilità, si tratta di una statua romana proveniente da un sarcofago, la fanciulla viene ormai identificata con la leggendaria Kinzica. 

kincia3

Nel 2005, in Piazza Guerrazzi, è stata posta una statua in bronzo dello scultore Angelo Ciucci, dedicata proprio alla coraggiosa fanciulla.

kinzica2

Non è un caso che, durante la Regata delle Repubbliche Marinare, il personaggio più importante della sfilata storica di Pisa sia proprio Kinzica: la ragazza sfila a cavallo, circondata dalle sue damigelle e da un palafreniere, rigorosamente al centro del corteo, ed è scortata da otto tamburini e quattro alfieri. 

sfilata

Banner1

 

 

Scopri le leggende toscane: