La Versiliana

villa

Oggi andiamo alla scoperta di una spettacolare villa versiliese e del suo celebre parco. Stiamo parlando de La Versiliana, una perla verde che si trova fra Marina di Pietrasanta e Forte dei Marmi.

villa

La suggestiva pineta a pochi passi dal mare è di proprietà del Comune di Pietrasanta ed è rinomata per la sua bellezza e per i numerosi eventi che offre. Una fauna e una flora davvero invidiabili, tranquilli sentieri immersi nella vegetazione e celebri personaggi come Gabriele D’Annunzio fanno di questo luogo una tappa imperdibile per chi voglia scoprire la Versilia e i suoi tesori.

alto

Con un’estensione di 80.000 metri quadrati, la Versiliana ha un importante valore dal punto di vista naturalistico, poiché costituisce uno dei residui dell’antica Macchia di Marina, la vegetazione costiera tipica della Versilia e in generale della Toscana settentrionale. Anche se nel 1300 la zona era tenuta in gran considerazione, nel corso dei secoli subì un graduale abbandono, al quale pose fine uno dei personaggi-chiave della storia della Toscana, il Granduca Pietro Leopoldo.

bosco

Alla fine del 1700, in fatti, il Granduca ordinò che l’area fosse frazionata in diversi poderi da coltivare, salvando così la zona dall’abbandono. In particolare, egli ordinò la costruzione del cosiddetto Ponte del Principe, situato nella frazione di Fiumetto, per scopi militari. Le successive semine di pini domestici, fatte nel corso del 1800, diedero alla pineta l’aspetto che possiamo vedere oggi, contribuendo a proteggere la vegetazione più interna.

pineta

Nel 1886, i conti Digerini Nuti, proprietari di una vasta area all’interno della pineta, decidono di costruire la loro villa padronale, la famosa Versiliana. Il nome della villa fu dato non dai proprietari, bensì dallo scrittore Renato Fucini, che veniva spesso ospitato dai nobili nella sontuosa residenza estiva.

Un altro scrittore e poeta è legato alla villa, cioè Gabriele D’Annunzio, che soggiornò qui più volte, camminando fra gli splendidi viali della radura. Nel 1902, D’Annunzio compose qui La Pioggia nel pineto, una delle sue poesie più celebri, capace di evocare la bellezza unica di questo luogo.

d'ann

Oggi, a Fondazione Versiliana organizza il celebre Festival La Versiliana e diverse attività culturali ad esso correlate. All’interno della pineta, nella stagione estiva, ci sono numerose attività dedicate ai bambini che spaziano dal teatro ai laboratori didattici. Fiore all’occhiello della pineta sono gli incontri del Caffè della Versiliana, durante i quali personalità della politica e del mondo dell’arte sono invitati a parlare e dibattere con il pubblico.

caffè

 

Scopri le meraviglie della Toscana: