Lo Storico Giardino Garzoni

giard

villa

Villa Garzoni, con il suo imponente giardino e la scalinata ben riconoscibile, sorge a ridosso di una collina, non distante dalle tipiche case in pietra del paese di Collodi, frazione di Pescia. Nel piccolo borgo, meta di turisti provenienti da tutto il mondo grazie al Parco di Pinocchio, possiamo ancora vedere due stradine lastricate che conducevano alla villa ed erano il suo accesso dal paese, l’unico accesso possibile.

scalinata

Chi erano i proprietari della villa? I Garzoni, ricca famiglia di Pescia, nel 1366 acquistò il terreno per edificare un castello, un fortilizio da usare come residenza per la famiglia. Nel 1633, Romano Garzoni decise di trasformarlo in un palazzo, ma con un giardino più piccolo dell’attuale. Nel 1652 il giardino viene finalmente ingrandito secondo il gusto tipico del giardino all’italiana, con statue, fontane, terrazzamenti e scalinate.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Nel 1793, un discendente di Romano, anche egli chiamato Romano Garzoni, grazie a un progetto dell’architetto lucchese Ottaviano Diodati fece sì che il giardino fosse fornito di giochi d’acqua. Giuseppe Garzoni Venturi, senatore, entrò in possesso della villa nel 1871, ma dopo la sua morte la proprietà passò alle sue figlie, che decisero di cederla, negli anni ’30, ai conti Gardi dell’Ardenghesca.

parcooo

Ricco di effetti scenografici, in parte barocchi e in parte manieristi, il giardino è riconoscibile per la sua pendenza, che ha consentito la costruzione di spettacolari terrazzamenti. Dopo l’ingresso, troviamo due statue di Pan che suona il flauto e di Flora. Due vasche circolari con ninfee, una statua di Diana e una di Apollo ci portano nella seconda parte del giardino, dove le aiuole rappresentano gli stemmi dei Garzoni.

All’interno del delizioso Ninfeo troviamo le statue di Nettuno e dei Tritoni, con giochi d’acqua diverse altre statue in terracotta e in pietra che richiamano la vita in campagna. Proseguiamo sul secondo terrazzamento e troviamo una statua di Pomona, la dea romana dei frutti, dell’olivo e della vite. Nell’asse centrale, con una cascata a gradini, ci imbattiamo in una statua della Fama, dalla cui cornucopia cade un’altra cascata la cui acqua finisce in una vasca semicircolare.

farfall

Luogo affascinante e sospeso nel tempo, il giardino di Villa Garzoni è una tappa obbligata anche per la sua Casa delle Farfalle, la Collodi Butterfly House, una grande serra di vetro che ospita farfalle colorate, libere di volare, provenienti da diverse zone del mondo. Una vera e propria oasi in cui le farfalle possono vivere in pace, protette e ammirate da migliaia di visitatori.

 

Scopri le meraviglie della Toscana: