Lo zafferano di San Gimignano

zafferano

spezie

Le spezie ricoprono un ruolo particolare nelle tavole di tutto il mondo. Colorate, profumate, decise, hanno aromi inconfondibili, capaci di caratterizzare un piatto in modo inequivocabile. Fra le spezie più amate in cucina, lo zafferano occupa un posto d’onore. La pianta del Crocus Sativus ha dei tempi di fioritura abbastanza brevi: piantata ad agosto, fiorisce già alla metà di settembre. I fiori di Crocus vengono raccolti a mano, così da non rovinare i delicatissimi pistilli. Essi vengono estratti e fatti essiccare, o tramite esposizione al sole (il metodo più naturale) o grazie a forni e bracieri. Quando sono sufficientemente secchi, vengono stoccati e messi in commercio.

zafferano

Il nome zafferano, che indica la spezia rossa ricavata proprio dai pistilli, deriva il suo nome dall’arabo jafaran, a sua volta derivante dal persiano asfar, cioè “giallo”. Quando viene utilizzata in cucina, questa spezia assume il colore giallo acceso che tutti conosciamo. A San Gimignano, perla della Toscana immersa negli splendidi paesaggi naturali senesi, esiste una varietà di Zafferano che ha ottenuto la denominazione di origine protetta nel 2005. Il conferimento del DOP è una tappa importante, a conferma della secolare tradizione che San Gimignano vanta nella coltivazione e nella lavorazione di questa preziosissima spezia. Fin dal 1200, infatti, la cittadina medievale destinata a diventare patrimonio dell’umanità era un luogo di benessere e di ricchezza.

pistilli

Lo zafferano era ritenuto talmente pregiato da essere utilizzato al posto del denaro per gli scambi commerciali. Sappiamo che nel 1228, il Comune della città si trovò ad assediare il Castello della Nera, fortificazione situata sul Poggio Casalone a Casole d’Elsa, sempre in provincia di Siena. San Gimignano, in guerra con Volterra per il possesso del castello, arrivò a contrarre diversi mutui con i banchieri della città. Al momento della restituzione del prestito, il Comune si impegnò a pagare non solo in denaro, ma anche in zafferano!

san-gimi

Lo zafferano è molto amato anche nella cucina italiana ed è ideale per preparare saporiti piatti come il Risotto alla milanese, caratterizzato dal suo celebre colore giallo dorato. Approfittate di una gita a San Gimignano non solo per godere della straordinaria bellezza di questa cittadina medievale, ma anche per assaporare un prodotto toscano famoso nel mondo!

risotto

banner1

 

 

 

 

Scopri i prodotti tipici della Toscana: