timeline-viaggiando-a-lucca

 

 

copertina generica lucca con nome centrale

 

La città di Lucca, un centro storico tutto da visitare.

Cosa visitare a Lucca? La città di Lucca costituisce uno dei fiori all’occhiello della Toscana, un punto di arrivo o di passaggio che non può essere tralasciato per la sua bellezza artistica e la sua atmosfera suggestiva. Dopo essere stati di passaggio a Lucca, molti visitatori stranieri hanno scelto la città come loro seconda residenza.

img34

Visitare Lucca è immergersi tra le strette strade di uno degli antichi centri storici meglio conservati, passeggiare tre le rinomate mura, gustare i piatti tipici locali nelle tante osterie e prendere parte alle tante iniziative artistico-culturali organizzate. Chiunque visiti la città di Lucca rimane positivamente sorpreso dalla possibilità di vivere in tranquillità i diversi aspetti del centro storico e dei suoi dintorni.
La visita può iniziare con una passeggiata sulle Mura di Lucca, edificate nel periodo cinquecentesco e adibite a parco urbano nell’Ottocento, racchiudono il centro storico e costituiscono il vero e proprio simbolo della città riconosciuto per la sua particolarità a livello mondiale. Conservate integre fino a oggi, le Mura di Lucca sono considerate una risorsa attiva per i cittadini che, lungo i 4 km, vivono il proprio tempo libero all’ombra degli alberi secolari.
Visibili

img36

Visibili dalle Mura, spiccano sopra i tetti cittadini la Torre Guinigi, famosa torre alberata costruita intorno al 1390 dalla potente famiglia lucchese dei Guinigi, e la Torre delle Ore risalente al periodo medievale e volute la consiglio comunale della città.

img37

La città di Lucca è tradizionalmente soprannominata la città delle cento chiese per il grande numero di edifici di culto di varie epoche differenti presenti all’interno delle Mura. Questa nome non è un caso se si considera che, oltre al grande numero delle chiese ufficiali, ogni palazzo signorile ha la sua cappella privata. Attualmente, molte chiese sono state sconsacrate, ma spiccano ancora alcuni edifici religiosi di grande interesse. Il Duomo di Lucca, la Cattedrale di San Martino, fondato da San Frediano nel XI sec. e successivamente rimaneggiato, oltre alla bellezza architettonica medioevale e rinascimentale, contiene capolavori di Nicola Pisano, Jacopo della Quercia e Tintoretto.

img42

Al suo interno sono inoltre conservati l’antico crocifisso del Volto Santo e il monumento funebre di Ilaria del Carretto.

img43

Celebre per la sua posizione centrale è la chiesa di San Michele in Foro, struttura marmorea costruita a partire dal 1070 rappresentante un esempio di architettura pisano-lucchese, si affaccia sull’omonima piazza nell’area dell’antico foro romano ed è tutt’oggi vista come punto di incontro della vita cittadina.

img47

Dalla chiesa di San Michele percorrendo la principale via della città, Via Fillungo, si arriva comodamente alla Basilica di San Frediano, uno degli edifici religiosi più antichi e fulcro dell’ancora attiva processione di Santa Croce del 13 settembre.

img48

Continuando la visita della Città di Lucca è consigliata una passeggiata in Via Fillungo, corso principale che taglia il centro storico e sul quale fanno da cornice gli edifici medievali. Cuore dell’attività commerciale e artigianale lucchese, Via Fillungo unisce abilmente antico e moderno regalando ai visitatori
un’interessante visita per uno sguardo sugli antichi mestieri, vista la conservazione di oreficerie e pelletterie di un tempo, e per fare semplice shopping. Tappa da non dimenticare è lo sbocco il Piazza dell’Anfiteatro , oggi denominata Piazza del Mercato, dove in passato sorgeva l’antico foro romano. L’accesso alla piazza è consentito dalle quattro porte dislocate in corrispondenza degli antichi ingressi.

img51

La Piazza dell’Anfiteatro è un gioiello per la città di Lucca con i suoi accoglienti ristorantini e le sue botteghe di pittori e artisti. La festa del 27 aprile per rendere omaggio alla patrona Santa Zita tinge la Piazza dell’Anfiteatro di colori con il tradizionale mercato dei fiori.

Nella visita di Lucca si ricade facilmente in Piazza Napoleone, denominata dai cittadini lucchesi Piazza Grande, è da sempre uno spazio nato per essere il centro del potere politico con il Palazzo Ducale posto al suo fianco e oggi sede della Provincia. La sistemazione della piazza è molto diversa da quella originaria. I lavori promossi nell’ottocento da Elisa Bonaparte Baciocchi, per rendere omaggio al fratello Napoleone Bonaparte, hanno portato all’attuale strutturazione della piazza che ricorda infatti, per alcuni tratti, le grandi distese parigine. Oggi, Piazza Napoleone è vista per lo più come uno dei punti nevralgici della città di Lucca per la sua ambientazione spaziosa e elegante.

img52

Cercando di sfruttare al meglio i propri edifici storici, la città di Lucca ha trasformato vari palazzi signorili in importanti musei e strutture pubbliche di grande rilievo. Tra questi si consiglia la visita a Palazzo Mansi, edificio seicentesco che ospita la collezione della Pinacoteca Nazionale composta da pregiate opere italiane e straniere realizzate tra il Rinascimento e il Settecento.

Pur offrendo ai suoi visitatori la visita di luoghi ricchi di storia e cultura, negli ultimi anni la città di Lucca ha deciso di aprirsi al nuovo promuovendo festival e mostre che hanno acquisito una visibilità internazionale per interesse e avanguardia. Al tradizionale mercatino dell’antiquariato lucchese, si affiancano dunque importanti iniziative contemporanee di grande richiamo.

Tra queste spiccano il Lucca Comics&Games, il festival internazionale del fumetto riconosciuto come il migliore a livello italiano che coinvolge tutta la città nei giorni tra ottobre e novembre, il Summer Festival, collaudato evento musicale che nel mese di luglio rende Piazza Napoleone un palcoscenico per artisti di fama internazionale, e il LUCCA Digital PHOTO fest , importante festival della fotografia e dell’arte visiva che si mette in mostra da fine novembre fino a metà dicembre.

img55

Come ogni anno, la città di Lucca si trasforma nel periodo natalizio offrendo a cittadini e visitatori una grande varietà di attrazioni e iniziative sotto un’atmosfera unica.

 

 

 

Piatti tipici lucchesi: cosa assaggiare mentre si visita la città

 

Se si va alla scoperta delle stupende terre italiane, è doveroso fermarsi ed assaporare le meraviglie offerte dalla splendida Lucca. Le zone sono una vera pace dei sensi, un ristoro per gli occhi ed il giro turistico tra i suoi tetti spioventi, le stradine fitte che sfociano a piazza dell’Anfiteatro, la cinta muraria e tanto altro ancora potrà essere rigorosamente accompagnato da ottimi piatti tipici lucchesi.

I tordelli

Chi ama  il gusto della pasta non potrà rinunciare ad assaggiare i tordelli, ossia dei tortelli abbastanza grossi e ripieni di carne di manzo, maiale e pane ammorbidito in brodo.

 

TORDELLI CUCINA TIPICA LUCCHESE

LEGGI TUTTO 

 

 

 

35 per 35 px per il tuo spazio qui

 

 

Le ultime adesioni :