timeline-viaggiando-a-lucca

 

FORTE DEI MARMI:

Rinomata località turistica versiliese, Forte dei Marmi ha una storia molto più lunga da raccontarci. Non solo estate, movida e negozi di alta moda, ma anche un passato che ha visto alternarsi, sul suolo della cittadina, popoli e famiglie provenienti da ogni dove.
Dopo aver deportato i Liguri Apuani nel Sannio, i Romani si stabiliscono nel territorio che conosciamo come Versilia, che viene sottoposto alla centuriazione. Quando i Romani organizzavano un terreno agricolo o dovevano fondare città e accampamenti militari, suddividevano l’area secondo un preciso reticolo, detto appunto centuriazione.

forte1

L’attuale nome della cittadina è dovuto a due elementi che risalgono a epoche successive. Il primo di essi è ovviamente il Forte, o meglio il fortino, una struttura militare edificata nel 1700 e voluta dal Granduca di Toscana Pietro Leopoldo I. Nel 1788, infatti, egli ordina la costruzione di alcune fortificazioni fra cui il Forte Lorense, oggi conosciuto come il simbolo di Forte dei Marmi e della sua piazza principale.

fortino

Il secondo elemento è ovviamente legato alle cave di marmo e alla lavorazione di questo prezioso materiale. Nel 1500, quando la Versilia era sotto il controllo dei Medici, vennero aperte nuove cave di marmo e fu necessario costruire un pontile per caricare sulle navi i blocchi di marmo. Si dice che sia stato Michelangelo Buonarroti in persona a richiedere la costruzione di una via che collegasse il mare e l’entroterra, così da consentire il trasporto del marmo a lui necessario.

fortr2

A partire dal 1800, Forte dei Marmi diventa meta balneare delle famiglie più abbienti, fama di cui gode tuttora. Non a caso, la cittadina è piena di ville di lusso, alcune abitate ancora oggi e altre adibite ad hotel o musei, come nel caso di Villa Agnelli, oggi Hotel Agustus, o di Villa Bertelli, oggi importante sede di mostre e manifestazioni culturali. Ma è innegabile che le spiagge, il lusso e il fascino un po’ retrò di Forte dei Marmi continuano a contagiare i turisti italiani e stranieri, che tutti gli anni accorrono nella cittadina per passare l’estate lontano dall’afa cittadina.

augustus

E come cantava l’indimenticabile Mia Martini in Versilia:

In quest’assedio
al Forte Alamo dei Marmi
di carta del presepio le montagne
le sue armi
Versilia che ti svegli tardi
dopo conquiste e sfide
il mare all’alba ci sorride…

 

 

 

Piatti tipici lucchesi: cosa assaggiare mentre si visita la città

 

Se si va alla scoperta delle stupende terre italiane, è doveroso fermarsi ed assaporare le meraviglie offerte dalla splendida Lucca. Le zone sono una vera pace dei sensi, un ristoro per gli occhi ed il giro turistico tra i suoi tetti spioventi, le stradine fitte che sfociano a piazza dell’Anfiteatro, la cinta muraria e tanto altro ancora potrà essere rigorosamente accompagnato da ottimi piatti tipici lucchesi.

I tordelli

Chi ama  il gusto della pasta non potrà rinunciare ad assaggiare i tordelli, ossia dei tortelli abbastanza grossi e ripieni di carne di manzo, maiale e pane ammorbidito in brodo.

 

TORDELLI CUCINA TIPICA LUCCHESE

LEGGI TUTTO 

 

 

 

35 per 35 px per il tuo spazio qui

 

 

Le ultime adesioni :