ASSAPORARE piatti tipici con nome

I piatti ed i prodotti tipici Toscani : da far venire l’acquolina !

La Toscana è un vero paradiso per i golosi di tutto il mondo. La cucina tipica toscana comprende piatti genuini e saporiti, di origine antica, fatti con ingredienti semplici e facilmente reperibili.
Innaffiata da vini pregiati famosi ben al di fuori della Toscana stessa, la tradizione culinaria di questa regione si basa soprattutto su alcuni prodotti e su alcune ricette. Vediamo una breve panoramica su un modo di cucinare appetitoso e nutriente.

Il pane toscano è il re della tavola e si differenzia dal pane prodotto in altre zone d’Italia perché totalmente privo di sale. Per chi non è abituato a mangiarlo può risultare sciapo, insipido, ma il suo scopo è soprattutto quello di accompagnare cibi decisamente saporosi. Il pane toscano è rustico e può durare per giorni. 

pane_toscano
Quando diventa raffermo viene impiegato come parte integrante di zuppe oppure viene usato tostato o così com’è nella preparazione di crostini e appetitose bruschette, fatte con olio extravergine di oliva e aglio.

Agrodolce

Le zuppe sono piatti forti della tradizione rurale toscana: sono ricette di una volta che fungevano da piatto unico, che dovevano riempire la pancia con il minimo della spesa. Insieme al pane raffermo si mettono verdure e legumi e si insaporisce il tutto con aglio e cipolla. I più famosi sono la ribollita, la zuppa di cavolo nero, la zuppa di fagioli e pappa al pomodoro, ma anche la semplicissima panzanella.

Ribollita

Rientra tra le zuppe anche il cacciucco, la zuppa di pesce cosiddetto “povero” tipica della zona di Livorno, un tempo fatta con gli avanzi della pesca rimasti invenduti.

cacciucco-alla-livornese

Accanto alle zuppe, anche la pasta ha una posizione privilegiata sulle tavole della Toscana. La pasta toscana è rigorosamente fatta a mano e si sposa soprattutto con sughi di carne. Pappardelle al cinghiale o al sugo di lepre e pici al sugo vanno per la maggiore e si alternano a ricette con ingredienti più semplici come funghi, carciofi e pomodoro.

pappardelle al cinghiale

Le carni non solo fanno da condimento alla pasta ma sono il secondo piatto più gettonato. Basta rammentare la famosissima bistecca alla fiorentina, che si ottiene dal taglio della lombata del vitellone di razza Chianina.

bistecca

Diffusissima è anche la cacciagione, la carne bianca e la carne di maiale e di Cinta Senese, sfruttata in ogni sua forma: sia come rosticciana (salsicce, costole e bistecche aromatizzate e cotte sulla griglia), sia come affettati e insaccati (prosciutto, salame, buristo, finocchiona). Specialità più particolari tipiche della Toscana sono il lardo di colonnata, la trippa e il lampredotto, quest’ultimo diffuso nei dintorni di Firenze.

trippa

Non può mancare il pecorino toscano fresco o stagionato, formaggio fatto con latte di pecora da abbinare a miele, marmellate, pere e noci, da mangiare fuso, sui crostini caldi o grattato sulla pasta, parte integrante di alcune ricette come i golosi pici cacio e pepe. Pienza è il punto di riferimento per gli amanti di questo alimento, che nello specifico prende il nome di Pecorino di Pienza.

pecorino toscano e miele

Ingredienti semplici ed energetici anche nei dolci della tradizione della cucina toscana, dove gli impasti base sono conditi con frutta secca, castagne, miele e i derivati. Nascono così tutti i dolci senesi come i ricciarelli, i cantucci il panforte e i cavallucci, il castagnaccio, i brigidini e il pan co’ santi. I dolci toscani si sposano ottimamente con il vinsanto, vino dolce prodotto non senza discrete difficoltà fermentative con uve di tipo Trebbiano, Malvasia o Sangiovese.

cantucci-toscani